Progetto finanziato nell'ambito del POR FESR 2007/2013 della Regione Piemonte con il concorso di risorse comunitarie del FESR, dello Stato Italiano e della Regione Piemonte

Il progetto mira a dotare gli utenti di uno strumento efficiente capace di renderli consapevoli del loro comportamento energetico mediante un sistema persuasivo di monitoraggio in tempo reale e di comunicazione di feedback. In questo modo ogni componente del nucleo famigliare potrà comprendere e gestire al meglio il proprio profilo di energia oraria, giornaliera, mensile ed annuale.

Come noto, il consumo di energia può essere ridotto fornendo ai diversi utenti informazioni più accurate e personalizzate sul proprio comportamento. Per raggiungere l'obiettivo sono stati definiti tre diversi KPI (Key Performance Indicator), ossia degli indicatori delle prestazioni energetiche con il quale ogni individuo potrà visualizzare alcuni potenziali miglioramenti nell’uso dell’energia e fare dei progressi verso degli obiettivi strategici rivolti al raggiungimento del massimo risparmio ottenibile.

I consumi energetici verranno analizzati su due fronti comparando i valori di riferimento forniti dagli studi di settore e di letteratura con i dati del monitoraggio dei diversi nuclei famigliari coinvolti. Questa procedura, chiamata “Energy Breakdown”, utilizza KPI quantitativi relativi sia ai consumi di energia elettrica (i.e. kWhel/m2 ; €/anno) sia ai consumi di energia termica (i.e. kWhth/m2 ; €/anno).

Una seconda tipologia di analisi, chiamata tecnicamente “Benchmark Profiling”, si basa sulla comparazione dei KPI qualitativi ossia sul confronto dei profili dei consumi energetici dei singoli individui con valori di riferimento per utenti coscienziosi, medi e poco consapevoli. In questo modo sarà possibile definire un trend di consumo (profilatura dell’utente rispetto al campione nazionale oppure profilatura dell’utente rispetto ai propri dati storici) su base annua, mensile, giornaliera.

L’utente avrà a disposizione tre diversi KPI per verificare il proprio comportamento energetico:

  • Eco Lifestyle Heating Index →ELHI
  • Eco Lifestyle Electrical Index →ELEI
  • Eco Efficiency Energy Index →E3I

Il primo indice permette di conoscere i consumi di energia termica, il secondo quelli di energia elettrica ed infine l’ultimo KPI determina i consumi energetici totali dell’utente. Ogni consumo energetico potrà essere espresso sia in termini energetici sia monetari. Questi indicatori verranno riportati in termini quantitativi e qualitativi.

I KPI “quantitativi” sono indicatori di tipo numerico (i.e. kWh/year; kWh/day; €/year..). L’utente avrà la possibilità di conoscere e quindi di confrontare i valori dei consumi energetici su base giornaliera, settimanale, mensile e annuale. In questo modo l’intero nucleo famigliare sarà stimolato nel migliorare il proprio impiego dell’energia termica ed elettrica giorno per giorno.

I KPI “qualitativi” rappresentano gli andamenti orari, giornalieri, settimanali, mensili o annuali dei consumi elettrici e termici. Attraverso l’ analisi di questi consumi energetici sarà possibile classificare i profili degli utenti, che potranno essere definiti come “utenti risparmiatori”, “utenti nella media” o “utenti intensivi”.

KPI quantitativo

KPI qualitativo

 

 

SmartDHOME

Smartdhome Srl è nata nel luglio del 2011 a seguito della volontà dei soci fondatori di voler sviluppare il mercato della domotica ecosostenibile a supporto delle strategie future dei provider di energia elettrica, gas e telecomunicazioni e per soddisfare la nascente sensibilità degli utilizzatori finali relativamente a temi di efficienza energetica.
La società si presenta al mercato attraverso la propria gamma di prodotti EcoDHOME www.ecodhome.com

Grazie ai recenti accordi commerciali, Smartdhome è ora in grado di soddisfare le esigenze del nascente mercato della domotica ecosostenibile, un nuovo filone commerciale che crescerà sempre di più nei prossimi anni grazie all’esigenza indiscutibile di ridurre i consumi energetici.

L’efficientamento energetico è un obiettivo complesso da raggiungere in contesti abitativi già esistenti a causa della difficoltà oggettiva di modificare sostanzialmente impianti già esistenti o più semplicemente nella sola ipotesi di dover immaginare complessi lavori di muratura.

Una scelta strategica fondamentale è stata poi quella di adottare massicciamente tecnologie wireless di ultima generazione per minimizzare l’impatto dell’installazione degli oggetti proposti al mercato.

Smartdhome si presenta al mercato come azienda leader potendo contare su di una gamma prodotti unici nel suo genere e in grado di soddisfare le esigenze di energy provider e utenti finali.

Smartdhome ritiene di poter validamente sostenere il ruolo di capofila grazie all’esperienza acquisita negli anni operando in contesti di business, installatori e provider energetici, molto affini agli obiettivi del progetto stesso.

In questi anni ha anche avuto modo di analizzare in dettaglio il comportamento degli utilizzatori finali “imparando” i loro desiderata ed i problemi specifici che influenzeranno la buona riuscita dell’iniziativa.

 

Sysman

Tra le prime società italiane a credere e investire nel mercato dei Call Center e delle soluzioni per la Customer Relationship Management (CRM), Sysman viene fondata nel Canavese nel 1984, acquisendo negli anni importanti esperienze nel campo delle telecomunicazioni e della creazione di modelli operativi supportati da basi dati complesse.

Prodotto di punta della società è Contact Pro, soluzione CRM per il database marketing, il telemarketing e il contact management, adottata da aziende e contact center, per un totale di oltre 25.000 utenti, è oggi una delle piattaforme CRM italiana che può vantare il maggior parco installato.

Sysman, con sedi a Ivrea e Milano, è oggi una dinamica realtà capace di coniugare la perfetta conoscenza delle piattaforme interamente sviluppate dal proprio staff di R&D con le esigenze consulenziali espresse dalla clientela in continua espansione.

Sysman, grazie alle proprie competenze in ambito di piattaforme complesse per il CRM, competenze che si declinano anche nella capacità di gestione ed elaborazione di grandi mole di dati, nel progetto si occuperà di integrare tutti gli elementi previsti nel complesso ecosistema ipotizzato.

 

Esse di Esse

Il gruppo Esse Di Esse fondato nell'anno 1991 da esperti tecnici provenienti dal progetto della Olivetti S.P.A., affronta  con successo vari settori in cui l'elettronica fa parte, iniziando dalla progettazione e ingegnerizzazione di un prodotto, alla prototipazione e  su richiesta alla completa fase di produzione.

La necessità professionale di nuovi confronti ci ha portato negli anni a crescere insieme al mercato ed ai suoi Clienti  fondando nell'anno 2005  una nuova azienda, la Esse Di Esse Elettronica per affiancare l'azienda madre in tutti i settori già seguiti e per affrontarne dei nuovi.

Esse di Esse varà il compito di progettare e prototipare l'hardware per raccolta dati, l'hardware per l’attuazione di condizionamento energetico e realizzazione di hardware per interfacciamento mondo esterno.

L’hardware che sarà creato e reso disponibile darà la possibilità all’utente finale di interagire con la rete di attuatori di condizionamento energetico creati per questo scopo.

 

Politecnico di Torino (DENERG)

Il Politecnico di Torino (POLITO, sito web http://www.polito.it) rappresenta un'università pubblica leader, in Italia e in Europa, dell'insegnamento e della ricerca tecnico-scientifico.

All'interno del DENERG un gruppo di ricerca denominato TEBE (http://www.polito.it/tebe) lavora nello sviluppo di concetti e tecnologie per un ambiente costruito confortevole e a bassa richiesta di energia.

Il gruppo è costituito da: 3 professori ordinari, 5 professori associati, 2 ricercatori e 11 ricercatori a contratto e 10 dottorandi. I temi di ricerca e di insegnamento affrontati da questo gruppo fanno riferimento agli aspetti fondamentali e applicati di termofluidodinamica, trasporto di calore, energetica, illuminazione e acustica, sia nel campo della proprietà industriale, ingegneria civile e ambientale e nel campo della pianificazione urbana, architettura e disegno industriale.

Il contributo del POLITO al progetto si sviluppa lungo due direzioni principali. Da un lato, si prevede lo sviluppo e l’applicazione di modelli per la previsione dei consumi di energia termica ed elettrica delle unità abitative, considerando variabil in parte misurate dall’apparato di monitoraggio, in parte fornite dalla piattaforma SmartDataNet e dal sistema di interazione con l’utente.

L’altro contributo è legato all’analisi dell’importanza della sensibilizzazione degli utenti, attraverso la progettazione di un sistema d’interazione con l’occupante che permetta una visualizzazione chiara e istantanea dei consumi energetici che fornisca feedback e informazioni per educare e stimolare le persone a un uso dell’energia più efficiente e a una riduzione dei propri consumi anche grazie all’avvio di un “serious game” tra i partecipanti.

 

Comune di Ivrea

Il comune di Ivrea, da sempre attento e pro-attivo verso tutte le iniziative rivolte al contenimento dei consumi e alla riduzione degli sprechi energetici, ha deciso di patrocinare il progetto ESGP.

In qualità di stakeholder del progetto il Comune ha offerto la disponibilità a collaborare a titolo gratuito per:

  • Identificare i nuclei familiari idone a ospitare il progetto di Living Lab.
  • Divulgare l'iniziativa mediante tutti i canali di comunicazione disponibili sia nella fase di avvio che nelle successive.
  • Coinvolgere le scuole a ospitare corsi di divulgazione del risparmio energetico per sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie.
  • Rendere disponibile un'area verde pubblica in sui piantare gli alberelli degli utenti virtuosi.
 

AEG

Il progetto ESGP punta a fornire non solo uno strumento di controllo all'untente finale, ma si pone come obiettivo anche quello di rispondere alle esigenze degli energy provider interessti a espandere i propri modelli di business offrendo servizi sempre più completi e personalizzati.

Per queste ragioni AEG, azienda fornitrice di energia nel canavese, ha deciso di sostenere il progetto ESGP  fornendo la propria collaborazione gratuita per:

  • Identificare alcuni nuclei familiari che prenderanno parte al progetto.
  • Partecipare alla definizione delle strategie e degli algoritmi per un uso consapevole dell'energia.
  • Divulgare attraverso le diverse piattaforme di comunicazione disponibili il progetto ESGP e le sue finalità.
 
 

Il sito utilizza cookie tecnici e analitici anonimi e di terze parti. Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.